CHI SIAMO


Manifesto 2018

“Placàt = Nascosto (dal dialetto Gaì)” Da questa parola inizia a prendere forma un’idea. 
L’idea scaturisce dall’osservazione del territorio in cui siamo cresciuti.
A Bossico e nel Parco dell’Alto Sebino ci sono molte potenzialità che, se valorizzate con un obiettivo condiviso dagli stakeholder coinvolti, possono essere determinanti per il prossimo sviluppo territoriale. Bossico, come altre migliaia di paesi italiani, costituisce il tessuto sociale e produttivo, caratterizzato ciascuno dalle proprie peculiarità. Vivendo il territorio, scoprendolo, osservandolo giorno dopo giorno abbiamo visto come la sua biodiversità, le sue bellezze naturalistiche, il patrimonio culturale e artigianale, la produzione casearia e la gastronomia possano diventare motore di sviluppo e valorizzazione del territorio. Da questo ci si è iniziati a confrontare e porre alcune domande:

  • Fra 50 anni quale futuro avrà il nostro territorio a livello economico e lavorativo?
  • Quali vocazioni possono intraprendere le potenzialità che già evidenzia?
  • Come invertire il dato che quasi tutti gli abitanti debbano lasciare il paese per recarsi sul posto di lavoro?
  • Quali iniziative imprenditoriali si possono sviluppare per mantenere in vita un’economia etica e sostenibile?
  • Come e quali collegamenti esterni sviluppare a piccole e grande scala, dal limitrofo a paesi Internazionali?
Da queste tematiche vogliamo incentrare e sviluppare nuove forme economiche e di collaborazione, in grado di attivare processi di rilancio sociale e territoriale. Placàt nasce per raggiungere uno scopo. Noi, con chiunque voglia parteciparvi, vorremmo stimolare un dibattito costruttivo, il più possibile condiviso e partecipato.


MISSION

"Placàt è un progetto che nasce per preservare e trasmettere i caratteri naturali e culturali di Bossico e del parco dell’Alto Sebino, mantenere vive le tradizioni, valorizzare peculiarità e potenzialità che lo contraddistinguono. Si ritiene fondamentale generare sinergie e relazioni fra gli abitanti, gli enti pubblici, le realtà produttive locali ed i turisti, per sviluppare una comunità resiliente e sensibile alla sostenibilità ambientale. "

VISION

"Costruire delle comunità resilienti e desiderose di progresso, in grado governare i propri processi di sviluppo economico e sociale basandosi sull’equilibrio fra i propri limiti, la propria storia, il sistema ambientale che possiedono e la cultura che le caratterizza. Abbandonare stili di vita frenetici e caotici, a favore di attività volte alla promozione e valorizzazione dell’habitat locale, permetterà agli abitanti di vivere e lavorare sul ter- ritorio in cui sono nati, innalzando al contempo la qualità della loro vita e quella del sistema ecologico in cui risiedono. "



PLACÀT NASCE DA UN’IDEA

______________________________________

Elena Arrighetti

Creativa, intraprendente, appassionata di arti, montagna e cultura. Il suo sogno Placat (il sogno nascosto dentro di me) : “Un piccolo mondo,dentro il sistema in cui viviamo, al cui centro ci siano le persone, le relazioni sociali, i valori semplici insiti nella tradizione, la sostenibilità ed il ritorno alla terra, conducendo una vita a ritmo di natura.” Cosa sto facendo ora? Sono un architetto e sto seguendo la progettazione e realizzazione dell'Ecocampeggio Placàt e dei moduli sostenibili Case sull'albero. Le strutture che penso si caratterizzano per il movimento della forma, la sostenibilità della tecnologia ed l'attenzione per il dettaglio, dall’ideazione fino al cantiere. Come Accompagnatore di Media Montagna propongo itinerari pensati per far conoscere le bellezze delle terre alte del Sebino.

Davide Arrighetti

Curioso, sognatore, appassionato di natura, architettura, storia e società. Il suo sogno Placàt (il sogno nascosto dentro di me) : “Un mondo fatto di persone che credono nelle proprie idee e nei propri sogni, alla ricerca della felicità. Dove gruppi di persone tornino a vivere in comunità, animate da piccole attività artigianali, ognuna delle quali in grado di contribuire alla crescita di luoghi belli e creativi. Comunità basate sulle proprie tradizioni culturali e i sistemi ambientali in cui si collocano. In altre parole un mondo dove persone, natura, territorio e tradizioni possano convivere e svilupparsi in sinergia fra di loro.” Cosa sto facendo ora? Sono laureato in architettura ed attualmente mi sto occupando della progettazione dell'Ecocampeggio Placàt e dei primi prototipi di case sull'albero, mentre come accompagnatore sieb ebike propongo itinerari in sella, per le montagne dell'Alto Sebino. Sono alla costante ricerca di nuove cose da imparare, il più possibile riguardanti la natura nelle sue varie sfaccettature ed immergermi in un bosco, in un prato o lungo sentieri di montagna, mi fa sentire vivo e in pace con tutto ciò che mi circonda.

COMPAGNI DI VIAGGIO

______________________________________